L’intimo da usare durante la gravidanza e l’allattamento

Il corpo di una donna è in constante cambiamento durante la gravidanza, per cui è fondamentale scegliere il giusto abbigliamento intimo per essere comoda e a tuo agio. L’intimo premamán deve offrire un buon sostegno del seno e della pancia per evitare dolori e problemi circolatori.

Il materiale utilizzato è di particolare importanza durante la gravidanza. L’intimo deve essere in tessuti morbidi che non irritino la pelle perché molte donne incinte presentano problemi di ipersensibilità. Per questa ragione il cotone organico e il comodo modal di alta qualità rappresentano la scelta più adeguata.

Mutande:


Le mutante premamán devono essere comode e non stringere troppo. Puoi scegliere un modello culotte a vita bassa sotto la pancia o degli slip a vita alta per maggiore sostegno.

Gli slip premamán di OYSHO sono realizzati con tessuti naturali e traspiranti, come il cotone organico, e sono senza cuciture, con pizzi o fantasie per adattarsi allo stile di ogni donna.

Vedi adesso

Reggiseni:


Durante la gravidanza, il seno cresce e la pelle diventa più sensibile, il che talvolta causa dolore e tensione. Per questa ragione è consigliabile utilizzare reggiseni che si adattino perfettamente al corpo, resistenti ed che garantiscano il giusto sostegno.

I reggiseni per la gravidanza e per l’allattamento non comprimono il seno, proteggono la schiena e prevengono le smagliature durante la gravidanza. Molti modelli vengono con coppe regolabili che si addattano all’aumento graduale del petto. In più, le coppe si aprono e chiudono individualmente per facilitare l’allattamento.

Vedi adesso

Homewear:


Le camicie da notte premamán sono amplie, con spalline regolabili e reggiseno integrato con aperture individuali per poter facilitare l’allattamento. È un indumento indispensabile tra le cose da portare in ospedale per il parto, per la loro praticitá prima e dopo la nascita del bebè. Non dimenticare le vestaglie premamán: sono funzionali, piacevoli sulla pelle e comode quando ricevi visite in ospedale.

Vedi adesso